Mine vaganti (2010) streaming film Online

Locandina Mine vaganti  streaming film


Tommaso e Antonio sono i protagonisti del nuovo capolavoro di Ferzan Ozpetek, Mine Vaganti, una commedia che fotografa, tra colpi di scena, divertenti equivoci e rivelazioni sorprendenti, l’intimit di una grande e bizzarra famiglia pugliese di oggi. Tommaso ritorna in Puglia per un breve periodo e ritrova la sua numerosa famiglia, che da anni gestisce una pasticceria. Il susseguirsi degli eventi, per, porteranno il ragazzo a prolungare la sua visita…

Videopremium
Videopremium
Nowvideo
Nowdownload
Rapidgator

  • Sventrex

    Senza dubbio un altro bel film di Ozpetek. Colonne sonore, la regia etc… Non voglio ripetermi.
    Credo che il regista soffra/abbia sofferto di un complesso legato probabilmente alla sua omosessualità perché i film che ho visto sin d’ora, raccontano di storie gay che fanno fatica ad esprimersi in un mondo normale per cui trovano la loro stessa natura di vita nella clandestinità.
    Sembra, quello di Ozpetek, più che un messaggio un grido di rabbia. Forse a sua volta il regista non é riuscito a vivere serenamente la propria omosessualità.
    Le storie forse prendono forma dalle sue passate esperienze, ed i suoi ricordi diventano i copioni dei suoi film.
    Certo non metto in dubbio la sua maestria come regista, ma dopo un po’ francamente stanca.
    Avevo deciso di immergermi nei suoi film durante questo fine settimana, ma tuttavia il mio interesse si é un po’ spento perché dopo un po’ ho avuto la sensazione di un forte deja vu.

    In un’intervista Ozpetek afferma “Fare tanti film sull’omosessualia come ho fatto io, ti sfinisce: le persone non vedono più la storia, ti parlano solo di questo.”

    In effetti mi sembra un po’ difficile non parlarne quando si guarda un suo film. Si possono esaltare tutti gli aspetti del racconto, della regia, delle storie che si intrecciano, di come vengono caratterizzati i diversi personaggi…resta però di fondo un messaggio molto forte legato alle storie gay all’interno di ogni singolo film perché non sono “storie a parte” ma parti integranti del film stesso.

  • Virginia Ipazia

    Se la commedia all’italiana resiste è grazie a Ozpetek : la leggerezza che non cade nella superficialità,, il brio, le parodie gentili e non grossolane , l’educazione, direi . Un piacere, tutti i suoi film sono un piacere.